Terapia Breve per disturbi sessuali

"Non aspettare il momento opportuno: crealo"
G.B. Shaw

Dal 2006 svolgo attività di Psicoterapia per il trattamento delle seguenti problematiche psicologiche:

Terapia della coppia e dei disturbi sessuali

Alla base di tutti i principali disturbi sessuali (di cui di seguito elenco i criteri diagnostici come sono descritti nel DSM V) troviamo due tentate soluzioni disfunzionali che alimentano il problema:
1) Cercare volontariamente sensazioni e reazioni che possono venire, in realtà, solo spontaneamente e che pertanto, più vengono cercate volontariamente più vengono inibite. In questo caso l’individuo vive in prima persona il paradosso del “sii spontaneo” ovvero si sforza di provare qualcosa che può avvenire solo spontaneamente e così facendo lo inibisce. L’interferenza della volontà in ciò che dovrebbe essere spontaneo e alla base di molti disturbi sessuali
2) Evitare certe sensazioni e reazioni per paura che l’esperienza in sé sia troppo perturbante in senso negativo. In alcuni casi la persona cercherà in tutti i modi di evitare l’esperienza della sessualità collocandosi così nel paradosso ben descritto da questo aforisma di Oscar Wilde “se te lo concedi potrai rinunciarvi se non te concedi sarà irrinunciabile”. In questo caso se voglio inibire un comportamento volontario devo in realtà pensarci e se devo pensarcigià questo può provocare la reazione fisiologica che non desidero provare, soprattutto nelle reazioni sessuali.

DISTURBI DELL’ECCITAZIONE SESSUALE:

Il Disturbo maschile di erezione consiste nella persistente o ricorrente impossibilità di raggiungere o mantenere un’erezione adeguata fino al completamento dell’attività sessuale. Questo causa notevole disagio nelle relazioni interpersonali. Non deriva esclusivamente dall’uso di una sostanza o da un sottostante problema organico

Il Disturbo dell’eccitazione sessuale femminile consiste nell’incapacità persistente o ricorrente di raggiungere o mantenere, fino al completamento dell’attività sessuale, un’adeguata risposta di eccitazione sessuale con lubrificazione e tumescenza dei genitali. Questo provoca notevole disagio nelle relazioni interpersonali. Sono escluse altre condizioni dovute all’uso di sostanze o a malattie

DISTURBI DELL’ORGASMO:

Il disturbo di Eiaculazione precoce consiste nella persistente o ricorrente eiaculazione che segue una minima stimolazione sessuale prima, durante o poco dopo la penetrazione e che avviene prima che il soggetto lo desideri. Il clinico deve tenere conto dei fattori che influenzano la durata della fase di eccitazione come l’età, la novità del partner sessuale o della situazione e la frequenza recente dell’attività sessuale. Questo disturbo non è dovuto esclusivamente agli effetti diretti di una sostanza (es. astinenza da oppiacei)

Il Disturbo dell’orgasmo femminile riguarda un persistente o ricorrente ritardo o assenza dell’orgasmo dopo una fase di eccitazione sessuale normale. Secondo il DSM IV TR le donne mostrano un’ampia variabilità nel tipo o nell’intensità della stimolazione che induce l’orgasmo.
La diagnosi di Disturbo dell’Orgasmo femminile dovrebbe basarsi sulla valutazione del clinico che la capacità di orgasmo della donna sia minore di quanto ci aspetterebbe per età, esperienza sessuale e adeguatezza della stimolazione sessuale raggiunta. Questo problema causa un notevole disagio interpersonale

Il disturbo dell’orgasmo maschile riguarda un persistente o ricorrente ritardo o assenza dell’orgasmo dopo una normale fase di eccitazione sessuale nell’ambito di un’attività sessuale che il clinico, tenendo conto dell’età del soggetto, giudica adeguata per localizzazione, intensità e durata. Questo problema è fonte di notevole disagio interpersonale

DISTURBI DA DOLORE SESSUALE:

La Dispareunia riguarda un ricorrente o persistente dolore genitale associato al rapporto sessuale in un maschio o in una femmina. L’anomalia causa notevole disagio interpersonale. La condizione non è causata esclusivamente da vaginismo o da mancanza di lubrificazione, non è meglio attribuibile ad un altro disturbo e non è dovuta a malattie organiche o all’uso di sostanze.

Il Vaginismo riguarda un ricorrente o persistente spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina che interferisce con il rapporto sessuale. L’anomalia causa notevole disagio e difficoltà interpersonali

DISTURBI DEL DESIDERIO SESSUALE:

Il disturbo da avversione sessuale è caratterizzato dalla persistente o ricorrente estrema avversione ed evitamento di tutti (o quasi tutti) i contatti sessuali genitali con un partner sessuale. Tale condizione provoca notevole disagio a livello soggettivo o difficoltà nei rapporti interpersonali

Il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo riguarda fantasie sessuali e desiderio di attività sessuale persistentemente o ricorrentemente carenti (o assenti). Il giudizio di carenza viene fatto dal clinico tenendo conto dei fattori che influenzano il funzionamento sessuale come l’età e il contesto di vita del soggetto. L’anomalia crea notevole disagio e difficoltà interpersonali.

xxx

Studio Affiliato
Centro di Terapia Strategica®
Research & Development
Training and Consulting Institute

LEGGI TUTTO

 

Contatta Ora






Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi. Consenso esplicito secondo l'articolo 13 del GDPR 2016/679..

Privacy Policy

Accetta  
Copyright (c) Serena Neri 2015. All rights reserved.